Browser supportati
Per utilizzare ASOS, ti consigliamo di utilizzare l'ultima versione di Firefox, Safari o Internet Explorer.

CULTURA POP

ASOS INCONTRA: LILI REINHART

Di Francesca Babb, 17 settembre 2018

Un quarto del dream team di Riverdale, Lili Reinhart utilizza la propria bussola morale per navigare tra le insidie della sua nuova fama. ASOS Magazine ha incontrato l'attrice in una caffetteria di West Hollywood per discutere tematiche a lei a cuore: depressione, terapia, fisico (e la sua relazione spesso contrastante con questo) e molto altro. Leggi alcuni estratti della loro conversazione qui sotto, e assicurati una copia dell'edizione autunnale dell'ASOS Magazine per mettere le mani sull'intervista completa.

Lili Reinhart in the ASOS Magazine | ASOS Style Feed

Gestire la vita sotto i riflettori...

Per essere un'attrice, devi essere forte. Vieni costantemente esaminata da tutti: estranei in giro per il mondo, registi, attori... Sei giudicata e per questo, devi essere in grado di sostenere le critiche, il che è difficile. Sono una persona riservata, non vado molto alle feste a meno che non debba farlo. Non ho una personalità calorosa o spumeggiante, ho un'energia piuttosto fredda. Sono introversa, alle volte timida, socialmente ansiosa e un po' imbarazzante ma mi va bene così. Quando le persone mi chiedono di fare una foto insieme, ho paura di non essere all'altezza delle loro aspettative. Sono stata dall'altra parte, ho fatto foto con Zac Efron nell'ufficio di un dottore (di cui mi vergogno a raccontare) ma adesso sento questa strana pressione addosso ogni volta che succede a me. Recitare è il mio lavoro ma non sono un'attrice 24 ore su 24. Cerco di ricordare a me stessa che: "OK, devi dare il massimo per 10 minuti. Fai quello che devi per cavartela al momento".

Lili Reinhart in the new ASOS Magazine | ASOS Style Feed

Sull'immagine positiva del corpo... (dopo che Lili e la sua co-star Camila Mendes sono apparse sulla copertina di Cosmopolitan Filippine eccessivamente modificate, con dei fianchi minuscoli)

Non voglio che la gente pensi che io abbia un bacino di 60cm o che sia d'accordo nell'alterazione del mio corpo, perché certamente non lo sono. Vorrei tanto poter chiamare in causa quelle persone che modificano le loro foto su Instagram e dire: "Hey, non sei così nella vita reale! Stai facendo credere a tutti che bisogna avere un bacino del genere per essere considerati belli ed è frustrante". Milioni di ragazze e ragazzi mettono like, pensando che questa sia la bellezza, ma non è reale. Crescendo, avrei voluto vedere più persone con cellulite o maniglie dell'amore e pensare: "Forse le mie dita non devono chiudersi intorno al braccio per essere considerata bella".

Lili Reinhart in the Autumn 18 issue of ASOS Magazine | ASOS Style Feed

Sull'essere te stesso sui social media...

Quando posto una foto di me stessa con la crema sui brufoli, non è solo per i fan ma anche per me stessa. Mi sveglio durante la notte, toccandomi la fronte per controllare che non sia apparsa nessuna ciste. È qualcosa con cui combatto da una vita. È un problema ma sto cercando di "normalizzarlo", dimostrando che non tutti hanno una pelle perfetta. Questo è come sono. Non assomiglio a Betty Cooper ogni giorno, non mi incontrerai per strada con una pelle e una coda di cavallo impeccabili. 

Lili Reinhart in the ASOS Magazine Autumn 18 | ASOS Style Feed

Sull'utilizzo della terapia per sconfiggere ansia e depressione...

Ansia e depressione scorrono in famiglia, quindi l'idea di andare in terapia non era del tutto sconosciuta. È importante curare la malattia mentale come fosse una fisica. Non è qualcuna di cui mi vergogno. Posso dirvi che sono sotto antidepressivi, che la scorsa settimana mi sono sentiva nuovamente depressa, senza nessuna ragione in particolare. Spero che l'idea che qualcuno possa sentirsi depresso senza doverlo giustificare, venga accettata. Vorrei essere una voce per tutti i giovani e confortarli dicendogli che non deve esserci una ragione in particolare, a volte succede e basta.

Lili Reinhart interviewed in the new ASOS Magazine | ASOS Style Feed

Pictures: Olivia Rose, Styling di Natalie Michaelides

Sul tenere privata la sua relazione con la co-star di Riverdale Cole Sprouse...

Sono abituata, la gente è spesso interessata alla mia vita amorosa. Mi immaginavo quel tipo di persona che non ha problemi a parlare delle proprie relazioni o di ciò che fa duranti gli appuntamenti, ma non è così. Posso parlare di sesso, amore ma non della mie esperienze personali. Mi ci è voluto del tempo per realizzare cosa volevo mantenere privato e non, ma penso che in futuro cambierò idea a tal riguardo. Ci vuole un po' mistero!


L'edizione autunnale dell'ASOS Magazine è disponibile qui.

CHE NE PENSI DI QUESTO ARTICOLO?